Select Page

Carte di vita. Fonti autobiografiche nell’archivio contemporaneo

Carte di vita. Fonti autobiografiche nell’archivio contemporaneo

Giovedì 30 – venerdì 31 ottobre 2014
Treviso – Auditorium Caaf Cgil, via Dandolo 8
Nell’ambito del piano regionale di formazione continua per archivisti 2014 la Sezione Beni culturali della Regione del Veneto in collaborazione con l’ISTRESCO organizza il corso “Carte di vita. Le fonti autobiografiche nell’archivio contemporaneo”, che si svolgerà a Treviso nei giorni 30 e 31 ottobre, presso l’auditorium Caaf – Cgil Treviso.
Il corso intende approfondire alcuni aspetti relativi al trattamento, alla consultazione, allo studio e alle potenzialità didattiche di una fonte documentaria particolare che sempre più caratterizza gli archivi contemporanei: le scritture autobiografiche o “scritture dell’io”.
Per maggiori informazioni, per scaricare il programma completo e la scheda di iscrizione (termine 22 ottobre) consultare il sito http://www.regione.veneto.it/web/cultura/archivi

Ente promotore e finanziatore
Regione del Veneto, Sezione Beni Culturali

Ente organizzatore
ISTRESCO – Istituto per la storia della Resistenza e della Società contemporanea della Marca trevigiana

Titolo
“Carte di vita. Fonti autobiografiche nell’archivio contemporaneo”

Tipologia percorso formativo
Corso

Dove
Auditorium Caaf- Cgil Treviso, via Dandolo 8, Treviso

Quando
30 ottobre 2014 (ore 10.00-13.00; 14.00-17.00)
31 ottobre 2014 (ore 10.00-13.00; 14.00-17.00)

Docenti
Quinto Antonelli, Fondazione Museo storico del Trentino
Natalia Cangi, Fondazione Archivio Diaristico Nazionale di Pieve S. Stefano
Cristina Cangi, Fondazione Archivio Diaristico Nazionale di Pieve S. Stefano
Alessandro Casellato, Università Ca’ Foscari Venezia – Istresco
Luciano Morbiato, Università degli Studi di Padova
Gianluca Cinelli, Goethe Universität Frankfurt am Main
Erika Lorenzon, Istresco
Fabio Caffarena, Università degli Studi di Genova – Archivio ligure della scrittura popolare (ALSP)

Partecipanti
55 max

Livello di approfondimento
Medio

Obiettivi formativi
Il corso intende approfondire alcuni aspetti relativi al trattamento, alla consultazione, allo studio e alla ricaduta didattica di una fonte documentaria particolare che sempre più caratterizza gli archivi contemporanei: le scritture autobiografiche o “scritture dell’io”. La prima parte del seminario saràdedicata agli aspetti normativi in relazione al versamento, all’acquisizione, all’inventariazione e quindi all’accessibilità di tali fonti; la presenza, fra i relatori, dei responsabili dei più importanti archivi italiani di scrittura popolare consentirà inoltre di esaminare le problematiche, anche di ordine etico, legate al trattamento di questo tipo di documenti. Saranno quindi discusse alcune tematiche relative sia all’utilizzo e all’interpretazione degli egodocumenti in sede storiografica, sia alla loro fruizione e mediazione didattica.

Programma

30 ottobre
ore 10.00 – 13.00 Il trattamento dei testi autobiografici. La nascita degli Archivi della scrittura popolare

Profilo di un contro-archivio
Quinto Antonelli

Scritti come documenti da accogliere e conservare
Natalia Cangi

Ore 14.00 – 17.00 Il rapporto con gli scritti autobiografici

Catalogazione e consultazione del patrimonio documentario della Fondazione Archivio Diaristico Nazionale
Cristina Cangi

Egodocumenti e archivi di famiglia
Alessandro Casellato

31 ottobre Uso storiografico e didattico degli scritti autobiografici
ore 10.00 – 13.00

Racconto di vita e ritratto di un paese nel Novecento: il memoriale del partigiano Afro
Luciano Morbiato

Gli scritti autobiografici come fonti da interpretare. Aspetti etici dell’uso e dell’interpretazione delle fonti
Gianluca Cinelli

Ore 14.00 – 17.00

Lettori di autobiografie, traduttori di autobiografie. L’esperienza del gruppo di lavoro sui criteri di trascrizione dei testi autobiografici
Erika Lorenzon

Archivi non comuni. Testi e contesti autobiografici tra ricerca e didattica
Fabio Caffarena

Modalità di intervento formativo
Lezioni frontali dei docenti e interventi del pubblico.

Destinatari del corso
Archivisti e operatori culturali che conservano, gestiscono e valorizzano fonti autobiografiche

Iscrizione
Per l’iscrizione si rimanda al modulo apposito da inviare via e-mail entro mercoledì 22 ottobre 2014

Costi
La partecipazione al corso, compreso l’eventuale materiale didattico che sarà distribuito, è gratuita.

Criteri di accettazione
L’Istresco selezionerà le domande di iscrizione al corso seguendo questi criteri:
 per l’ammissione si terrà conto dell’ordine cronologico di presentazione delle domande
 per stabilire l’ordine di ammissione si considereranno le seguenti priorità:
1. richieste di partecipazione di dipendenti presso gli Enti Locali del Veneto, autorizzate dai
rispettivi enti;
2. richieste di partecipazione di addetti ad archivi dichiarati di interesse locale della Regione;
3. richieste pervenute da archivisti dipendenti da enti pubblici del Veneto, autorizzate dai rispettivi
enti;
4. richieste di partecipazione di dipendenti di enti/istituzioni privati del Veneto, autorizzate dai
rispettivi enti/istituti;
5. richieste pervenute da archivisti liberi professionisti e archivisti con contratti di collaborazione a
vario titolo presso i succitati enti citati ai punti 1-4;
6. richieste pervenute dai soggetti di cui ai punti 1-4 operanti fuori del Veneto, nell’ordine.
Verrà accettata di norma una sola domanda di iscrizione per ente, le ulteriori domande di iscrizione
riconducibili ad uno stesso ente verranno poste in coda all’elenco e saranno accettate solo in caso
di disponibilità di posti.
Nella misura massima del 10% sul totale dei corsisti previsti, saranno accettate domande di
partecipazione di studenti regolarmente iscritti al corso di Laurea interateneo Beni culturali
dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e dell’Università degli studi di Padova, ai sensi della
convenzione sottoscritta tra Regione e Università.
Gli uditori potranno essere accettati a discrezione dell’ente organizzatore, in base alla capacità ricettiva dell’aula didattica.

Conferma
L’accettazione sarà confermata entro sabato 25 ottobre

Rinuncia
La mancata tempestiva comunicazione della rinuncia al corso di un iscritto o la sua assenza immotivata sarà criterio valutabile per l’esclusione da successivi corsi regionali.

Certificato di presenza
Al termine di ogni giornata, l’Ente gestore rilascerà a ogni interessato che lo richiedesse un certificato di presenza, al solo fine di testimoniare la permanenza del richiedente nella sede del corso per le ore che vi ha trascorso.

Attestato di frequenza
L’ente gestore provvederà alla raccolta giornaliera delle firme di presenza, con l’onere della verifica della puntualità degli orari di entrata e di uscita, dato indispensabile per il calcolo dell’orario di frequenza. L’attestato verrà rilasciato dalla Regione del Veneto esclusivamente agli archivisti e agli studenti del corso di Laurea interateneo che avranno frequentato almeno il 90% delle ore del seminario.

Come raggiungere la sede del seminario:
L’Auditorium Caaf – Cgil è sito immediatamente dietro la stazione ferroviaria di Treviso. Una volta usciti dal sottopasso, svoltare a destra su via Dandolo e percorrere poche decine di metri fino al civico n.8. Nella medesima area vi è anche possibilità di parcheggio.

PER ALTRE INFORMAZIONI
Istresco: Lisa Tempesta tel. 0422-410928 in orario istituto;
e-mail: storia@istresco.org
sito www.istresco.org

Nella foto di copertina: “Fondos archivo” di Archivo-FSPOpera propria. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons.

INDICI

n. 12, agosto 2019
Dossier "La colonna sonora di una generazione"

Pensare la didattica

Storia pubblica

Didattica in classe

n. 11, febbraio 2019
Dossier "Tolleranza e intolleranza. Stranieri e diversi nel mondo contemporaneo"

Pensare la didattica

Storia pubblica

Didattica in classe

Ipermuseo

n. 10, agosto 2018
"Con le lenti di Gramsci"
Dossier del n. 10 della rivista
Pensare la didattica
Storia pubblica
Didattica in classe
n. 9, febbraio 2018
Editoriale
"Insegnare l’europa contemporanea"
Dossier del n. 9 della rivista
Pensare la didattica
Uso pubblico della storia
Didattica in classe
Ipermuseo
n. 8, agosto 2017
DOSSIER "ITALIA DIDATTICA"
PENSARE LA DIDATTICA
USO PUBBLICO DELLA STORIA
DIDATTICA IN CLASSE
IPERMUSEO
n. 7, febbraio 2017
Italia repubblicana, 70 anni di storia da insegnare Dossier del n. 7 della rivista
La violenza di stato nel Novecento: lager e gulag Dossier del n. 7 della rivista
Pensare la didattica
Uso pubblico della storia
Didattica in classe
n. 6, luglio 2016
Il genocidio armeno Dossier del n. 6 della rivista
La linea gotica fra ricerca e didattica Dossier del n. 6 della rivista
Pensare la didattica
Uso pubblico della storia
Didattica in classe
Ipermuseo
n. 5, gennaio 2016
Editoriale
Didattica della storia e laboratori digitali: la guerra dei Trent’anni (1914-1945) Dossier del n. 5 della rivista
Le relazioni
I laboratori
I gruppi
Pensare la didattica
Uso pubblico della storia
Didattica in classe
Dossier "Le Pietre d'inciampo in Italia"
Ipermuseo
n. 4, luglio 2015
Pensare la didattica
Didattica in classe
Dossier "Mediterraneo contemporaneo"
Sguardi sul Mediterraneo Gli studi di caso
Uso pubblico della storia
n. 3, gennaio 2015
Pensare la didattica
Didattica in classe
Dossier "Le risorse didattiche digitali su Resistenza e seconda guerra mondiale"
Uso pubblico della storia
Ipermuseo
n. 2, giugno 2014
Pensare la didattica
Didattica in classe
Dossier: "Le grandi crisi del mondo contemporaneo"

A cura di Carla Marcellini e Giovanni Palmieri

Uso pubblico della storia
Ipermuseo
n. 1, dicembre 2013
LA STORIA NELL’ERA DIGITALE
PENSARE LA DIDATTICA
USO PUBBLICO DELLA STORIA
DIDATTICA IN CLASSE
IPERMUSEO

ITALIA CONTEMPORANEA

Iniziative didattiche della rete INSMLI