Select Page

Author: maurizio-guerri

L’arresto degli arlecchini

Aldo Carpi, L’arresto degli arlecchini (gennaio 1944) olio su tavola 45x55 cm © Collezione privata famiglia Carpi CONTESTO STORICO Aldo Carpi (nome completo Aldo Carpi de’ Resmini, Milano 6 ottobre 1866; Milano 23 marzo 1973) è stato un celebre pittore – partecipa a molte Biennali di Venezia, è vincitore all’Esposizione universale di Parigi, 1937 e autore di diversi affreschi e vetrate nelle chiese di Milano, tra cui la vetrata per il Davide nel Duomo – e dal 1930 docente di pittura all’Accademia di Brera di cui è stato uno dei grandi maestri. Tra i suoi allievi si ricordano: Aligi...

Read More

Testimoniare è immaginare la nostra storia. Le opere di Alberto Longoni sulla deportazione e la prigionia

Più volte l’ho visto. Ed era la cosa più dura. A questo non ci si abituava. Era impossibile. Sì. Bisogna immaginare (…). Filip Müller, in Claude Lanzmann, Shoah   I lavori di Alberto Longoni esposti in questa mostra costituiscono un’antologia di opere create con tecniche diverse e in contesti differenti accomunati da un unico filo conduttore, l’esperienza della deportazione e della prigionia dell’artista. Sulla tragica esperienza della deportazione, della prigionia, del lavoro coatto in Germania, ci rimangono le parole stesse di Longoni in un prezioso dialogo con Pinin Carpi: «Arriva la guerra, mi mandano nell’isola di Creta, nella marina...

Read More
  • 1
  • 2

Sostieni la rete Parri

Autore

Maurizio Guerri

Maurizio Guerri è docente distaccato all’Istituto nazionale Parri; insegna Filosofia contemporanea e Storia della comunicazione sociale all’Accademia di Brera; è docente a contratto al Dipartimento di Filosofia “P. Martinetti” della Statale di Milano. Al centro dei suoi studi il rapporto tra immagini e storia e l’uso politico delle immagini; le forme della testimonianza, la public history. Tra le ultime pubblicazioni: i capitoli “Ebbrezza e hashish”; “Estetizzazione della politica, politicizzazione dell’arte”; “Narrazione”; “Nuda vita”; “Riproducibilità”; “Sogno e risveglio”; “Tecnica”; “Violenza” in A. Pinotti (a cura di), Costellazioni. Le parole di W. Benjamin, Einaudi, Torino 2018; Le immagini delle guerre contemporanee (Meltemi, 2018), Aldo Carpi. Arte, vita, Resistenza (in corso di stampa), Filosofia della fotografia (con F. Parisi, Raffaello Cortina, 2013), Potenza dell’arte e necessità dell’estetica (Mimesis, 2012). Ha curato l’edizione italiana di diversi testi tra cui Petter Moen, Møllergata 19, Quodlibet, 2019; E. Jünger ed E. Schultz, Il mondo mutato. Un sillabario per immagini del nostro tempo (Mimesis, 2017, 2 ed.); S. Kracauer, Gli impiegati, Meltemi, 2020; K. Tucholsky, J. Heartfield, Deutschland, Deutschland über alles, Meltemi, 2018. Ha curato diverse mostre, tra cui Aldo Carpi. Arte, vita, Resistenza (Accademia di Brera, Memoriale della Shoah, Milano, aprile-maggio 2015) e La violenza è normale? L’occhio fotografico di E. Jünger (esposta dal 2007 in diverse edizioni a Milano, Roma, Verona, Ravenna, Brescia, Udine) È membro della redazione di “Italia contemporanea” e di “Novecento.org”; dirige la collana “Estetica e culture visuali” di Meltemi.

Dati articolo

Autore:
Titolo:

Numero della rivista: n.14, agosto 2020
ISSN: ISSN 2283-6837

Come citarlo: , , Novecento.org, n. 14, agosto 2020.

ITALIA CONTEMPORANEA